recensione siteground

Se hai cominciato a lavorare da poco nel mondo dei siti web e non conosci SiteGround, fa nulla, è una lacuna a cui si può rimediare e ci può stare. Se, però, da anni progetti, sviluppi e realizzi siti web e non conosci questo servizio, allora è un problema.

Problema risolvibile grazie a questa guida in cui ti spiegheremo cos’è SiteGround con annessi vantaggi e svantaggi. Partiremo dalle basi, in modo che tu possa avere un quadro ben chiaro di questo servizio che, siamo sicuro, ti stupirà in positivo!

Cos’è SiteGround?

La prima domanda che generalmente ci si pone quando si incontra qualcosa mai sentito prima è “che cos’è”. In pratica è un’azienda nata nel 2004 che fornisce servizi di hosting. Sorta grazie alla passione di alcuni amici universitari, oggi è un leader del settore con centinaia di migliaia di domini registrati.

Ha dei data center anche a Milano e, a fronte di un prezzo molto competitivo (puoi pagare anche meno di 5€) fornisce servizi di altissimo livello con assistenza tempestiva a tal punto che non avrai mai la sensazione di essere lasciato solo.

Non a caso, infatti, è raccomandata ufficialmente da wordpress.org, il CMS più utilizzato al mondo che ha una community molto vasta che cura ogni singolo dettaglio.

Ora il quadro ti è più chiaro? È il turno di vedere gli svantaggi e i vantaggi nell’utilizzare SiteGround.

Recensione Siteground

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi nell’utilizzo di Siteground?

Innanzitutto la velocità. Riesce a raddoppiare la velocità rispetto agli altri host e ciò non è soltanto un vantaggio dal punto di vista pratico ma anche in ottica SEO poiché Google apprezza molto i siti che sono rapidi.

Un altro vantaggio è il trasferimento gratuito da un dominio a un altro, per invogliarti proprio a usare il servizio.

Non dimentichiamo neppure il servizio di assistenza, attivo 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno, compreso i festivi. L’assistenza vocale è inglese ma nessun problema: se hai difficoltà con questa lingua, sappi che puoi usare anche il servizio di chat e, quindi, di avvalerti di Google Translate.

Altri due vantaggi: tutte le soluzioni innovative sono state realizzate internamente e, quindi, ciò permette di provare e permettere di usare ciò che la tecnologia offre. Infine, massima attenzione alla sicurezza, poiché c’è un team che si occupa di salvaguardare il tuo sito e renderlo il meno vulnerabile possibile.

Gli svantaggi sono principalmente solo due: l’archiviazione limitata e il costo di installazione per la fatturazione mensile. Nel primo caso, infatti, il piano base ha solo 10Gb di spazio web, adatto per 10mila visitatori mensili. Ovviamente, il numero può tranquillamente aumentare ma, in questo caso, i costi sono maggiori. Per il secondo caso, ci riferiamo alla tassa di $14,95 se decidi di usare la fatturazione ogni mese. Nulla di così terribile, ma è giusto dire tutto.

E tu, quale servizio hosting hai usato fino ad adesso per il tuo sito web?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *